Escursione sul monte Venere

Saliremo dalla parte nordest di questo cono vulcanico, e raggiungeremo la cima attraverso una splendida e fresca faggeta.

lago-di-vico

Domenica 31 luglio 2016, facile e piacevole escursione sul monte Venere, nel gruppo dei monti Cimini. Saliremo dalla parte nordest di questo cono vulcanico, raggiungeremo la cima attraverso una splendida e fresca faggeta, scenderemo sull’altro lato e, prima di tornare al punto di partenza girandogli intorno, avremo modo di dare un’occhiata alla fauna da una postazione per il birdwatching allestita sulle rive del lago di Vico.
Questa escursione è facile e adatta a coloro che si avvicinano per le prime volte alla pratica dell’escursionismo. Richiede comunque come al solito buone condizioni fisiche. Il rientro è previsto per l’ora di pranzo.
Le previsioni del tempo per domenica sono buone e le verificheremo il giorno precedente.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, cappello, protezione solare, maglietta di ricambio, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro a persona) e il cibo per uno spuntino che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sul monte Croce di Serra

Una escursione ad anello adatta anche a persone che si avvicinano all’escursionismo per la prima volta, ovviamente in buone condizioni fisiche.

Panorama dal monte Melezzole.
Panorama dal monte Melezzole.

Anche d’estate si possono effettuare facili ma interessanti escursioni che si concludano entro la mattinata, prima che il caldo diventi troppo forte.
Quella che propongo per domenica 24 luglio 2016 ha come meta il monte Croce di Serra sulla catena dei monti Amerini. Una escursione ad anello adatta anche a persone che si avvicinano all’escursionismo per la prima volta, ovviamente in buone condizioni fisiche. La salita non è particolarmente impegnativa e per la maggior parte del tempo avviene all’ombra. Arrivati in cima, a poco meno di mille metri di altitudine, un panorama splendido che spazia sull’Umbria, sul Lazio, sulla Toscana. Il rientro alle automobili è previsto entro mezzogiorno e mezzo.
Le previsioni del tempo per domenica sono buone e le verificheremo il giorno precedente.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, cappello, protezione solare, maglietta di ricambio, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro a persona) e il cibo per uno spuntino che faremo al sacco. Molto utili in questo caso i bastoncini da trekking.
La quota di partecipazione è di 5 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sul monte Soratte

Camminare lungo i suoi sentieri è l’occasione per raccontare le numerose storie e leggende che custodisce.

monte-soratte
Panorama, dalla “Casaccia dei Ladri”.

L’escursione che propongo per sabato 9 luglio 2016 ha come meta il monte Soratte, la “Montagna Sacra” – così chiamata nei tempi antichi per la presenza di eremi e luoghi sacri – diventata alla fine degli anni Novanta Riserva Naturale. Camminare lungo i suoi sentieri è l’occasione per raccontare le numerose storie e leggende che custodisce. Dalla sua sommità, anche se sono poco meno di settecento metri, si gode un gradevole panorama che spazia dal Terminillo all’Amiata, dal lago di Bracciano al mar Tirreno.
L’escursione è di circa dieci chilometri, ad anello, non prevede difficoltà particolari, ma la salita alla vetta, sebbene ombreggiata, e l’inevitabile caldo di questa stagione la rendono indicata a persone allenate alla pratica escursionistica e in buona salute. Le previsioni del tempo sono al momento eccellenti ma le verificheremo il giorno precedente l’escursione.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, cappello, protezione solare, maglietta di ricambio, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro a persona) e il cibo per uno spuntino che faremo al sacco. Molto utili in questo caso i bastoncini da trekking.
La quota di partecipazione è di 5 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione da Lugnano in Teverina a Guardea Vecchia

Una escursione che ci permette di riflettere sulla nonviolenza.

alviano
Al centro il castello di Alviano; sullo sfondo, i monti Cimini.

Sabato 25 giugno 2016, terza escursione di una “trilogia” dedicata a Lugnano in Teverina, per due volte nelle scorse settimane meta di passeggiata (da Amelia prima e da Giove poi), e stavolta punto di partenza.
L’escursione che propongo parte infatti dal bellissimo borgo e attraverso antiche strade e mulattiere di campagna, passa dal castello di Alviano e giunge poi ai ruderi di Guardea Vecchia, che sovrastano da 570 metri circa il paese nuovo, offrendo uno stupendo panorama sulla valle del Tevere e sui monti Amerini.
Attraversando Guardea, prima di salire, avremo l’occasione di visitare l’Arco della Pace, recentemente restaurato, realizzato con pietre provenienti da luoghi simbolici di tutto il mondo, come Nagasaki o il Ghetto ebraico di Francoforte. Lì trascorreremo qualche minuto in silenzio per riflettere sugli orrori della guerra e per dedicare un pensiero a tutte le sue vittime.
L’escursione è di circa quindici chilometri, non prevede difficoltà particolari, e la salita finale verrà fatta lentamente. Chi non se la sente di salire fino a Guardea Vecchia, può attenderci in paese, dove – essendo questa una traversata e non un anello – avremo anche lasciato alcune auto per il ritorno al punto di partenza. Le previsioni del tempo sono al momento buone e le verificheremo il giorno precedente l’escursione.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail tramite la pagina dei contatti.

Escursione da Giove a Lugnano in Teverina

Da un borgo all’altro, attraversando anche un piacevole sentiero didattico.

20160423_185835
Il “Punto di ascolto e di osservazione” del Sentiero di Palliccio.

Sabato 18 giugno 2016, dalle nove alle quattordici, bella e facile escursione che collega, attraverso piacevoli e tranquille strade di campagna e sentieri, i due borghi di Giove e Lugnano in Teverina. Circa dodici chilometri, da sud verso nord, che attraversano zone di grande fascino paesaggistico e che per un tratto passano lungo il sentiero didattico di Palliccio.
Si tratta di una traversata, per cui lasceremo alcune auto al punto di arrivo per tornare a quello di partenza. Le previsioni del tempo per sabato 18 giugno sono al momento eccellenti, ma come d’abitudine le verificheremo il giorno precedente.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro e mezzo a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail tramite la pagina dei contatti.

Escursione tra i monti Amerini

Panorami deliziosi, colori e profumi della macchia mediterranea.

amelia
Panorama, da Amelia.

Domenica 12 giugno 2016, facile e piacevole escursione da Amelia a Lugnano, passando da Macchie, immersi nella splendida natura dei monti Amerini. Si parte dal municipio di Amelia, si arriva davanti a quello di Lugnano, una città e un borgo tra i più belli dell’Umbria. In mezzo, panorami deliziosi, colori e profumi della macchia mediterranea.
Il percorso è di circa 17 chilometri, adatto a chi gode di buona salute ed è allenato alla pratica escursionistica. Si alternano sentieri e strade bianche. Si tratta di una traversata, per cui lasceremo alcune auto al punto di arrivo per tornare a quello di partenza.
Le previsioni del tempo per domenica 12 giugno sono al momento buone, ma le verificheremo nelle ore immediatamente precedenti l’escursione.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro e mezzo a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione tra i poderi di Villalba

Sentieri nei boschi e strade di campagna, in una zona scarsamente popolata.

IMG_6864
Panorama, dal podere Le Spiagge.

Casanova, Fargneto, Spiagge, Celvio, Granaro ed altri ancora: una bella escursione sabato 4 giugno 2016 tra i poderi delle colline a nordovest di Allerona, in una zona al confine tra Umbria, Toscana e Lazio. Territori di grande interesse naturalistico, immersi nei profumi e nei colori di questa stagione, con panorami davvero interessanti.
Un circuito di circa tredici chilometri, senza particolari difficoltà, passando tra sentieri nei boschi e strade di campagna, in una zona scarsamente popolata.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro e mezzo a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail a marcellopaolocci@yahoo.it.

Escursione sui sentieri dell’Eremo

Una bella escursione sui sentieri che circondano l’Eremo e che lo collegano ad alcuni piccoli borghi.

IMG_6849
I boschi nei pressi dell’Eremo della Pasquarella.

Sabato 28 maggio 2016, partendo da un luogo di culto che nel corso dei secoli ha vissuto alterne vicende, e che in passato ha ospitato anche degli eremiti questuanti, faremo una bella escursione sui sentieri che lo circondano e che lo collegano ad alcuni piccoli borghi sulle colline della sponda sinistra del Tevere, sopra il lago di Corbara.
L’escursione è di circa nove chilometri, dura circa cinque ore e ha una difficoltà di tipo Escursionistico (E). Tuttavia, la presenza di un paio di brevi ma ripide salite e discese (che comunque faremo lentamente) la rende indicata a persone in buona salute ed allenate alla pratica escursionistica.
Le previsioni del tempo per sabato 28 maggio sono al momento buone. Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro e mezzo a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Molto utili in questo caso i bastoncini da trekking.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail tramite la pagina dei contatti.