Escursione alla Selva del Lamone

Domenica 29 gennaio 2017, una facile escursione in una incantevole Riserva!

L’escursione di domenica 29 gennaio 2017 si svolge all’interno della Riserva Naturale Regionale Selva del Lamone, nel territorio del comune di Farnese, in provincia di Viterbo, al confine con la Toscana. Un’area protetta di circa duemila ettari, all’interno della Maremma tosco-laziale, dall’aspetto aspro e selvaggio, ricco di ammassi lavici e dove è facile osservare animali selvatici. Un luogo davvero incantevole!
Un percorso ad anello di circa otto chilometri, facile, che non presenta particolari difficoltà, adatto anche a chi si avvicina alla pratica escursionistica per la prima volta.
Per partecipare è obbligatorio dotarsi di scarponcini da trekking, abiti tecnici a strati, zaino ergonomico, bastoncini da trekking, un litro di acqua e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Le previsioni del tempo per domenica 29 gennaio 2017 sono al momento buone, ma le verificheremo il giorno precedente.
La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e assicurazione infortuni. Per attivare quest’ultima è tuttavia necessario comunicarmi, entro le ore dodici del giorno precedente l’escursione, questi dati: nome, cognome, codice fiscale e data di nascita.
Per aderire e ricevere tutte le informazioni è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sui monti di Lugnano in Teverina

Domenica 22 gennaio 2017, una facile escursione sulle montagne alle spalle di Lugnano in Teverina.

L’escursione di domenica 22 gennaio 2017 si svolge sulle strade forestali e i sentieri che da Lugnano in Teverina salgono verso i monti alle spalle del paese, girando loro intorno. All’andata si sale per la valle Nera, al ritorno si scende per la valle Lunga. Il percorso – ad anello – attraversa boschi di lecci fra i monti San Brunone, Pian di Nappa, Ventone. Non presenta particolari difficoltà né pericoli, ma nella parte centrale c’è una salita che tuttavia con un minimo di allenamento alla pratica escursionistica e con un ritmo adeguato si può fare senza problemi. Il percorso è lungo dodici chilometri circa.

Per partecipare è obbligatorio dotarsi di scarponcini da trekking, abiti tecnici a strati, zaino ergonomico, bastoncini da trekking, un litro di acqua e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Le previsioni del tempo per domenica 22 gennaio 2017 sono al momento buone, ma le verificheremo il giorno precedente.

La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e assicurazione infortuni. Per attivare quest’ultima è tuttavia necessario farmi pervenire, entro le ore dodici del giorno precedente l’escursione, una mail contenente questi dati: nome, cognome, codice fiscale e data di nascita.

Per aderire e ricevere tutte le informazioni è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sul sentiero degli eremiti

Domenica 15 gennaio 2017: un affascinante percorso panoramico fra le montagne alle spalle di Trevi.

Trevi, salendo verso Coste San Paolo.

L’escursione di domenica 15 gennaio 2017 si svolge su un itinerario nelle montagne alle spalle di Trevi: il monte Brunette e il monte Serano. Si tratta di un percorso che ci conduce nei luoghi in cui nel Medioevo e in parte anche adesso, vivevano piccole comunità religiose in preghiera e meditazione. Un itinerario dal quale si può ammirare un magnifico panorama.

E’ un percorso ad anello di circa quindici chilometri, con un dislivello in salita e in discesa di circa settecento metri. Alla salita iniziale (si passa da quota trecento a quota novecento metri), fa poi seguito una lunga facile discesa. E’ un percorso adatto a tutti coloro che hanno una certa confidenza con la pratica escursionistica e sono in perfette condizioni di salute.

Per partecipare è obbligatorio dotarsi di scarponcini da trekking, abiti tecnici a strati, zaino ergonomico, bastoncini da trekking, un litro di acqua e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.

La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione tra le colline di Lugnano in Teverina

Sabato 31 dicembre 2016: una fontana, una villa romana, una chiesa, un castello. E le magnifiche colline di Lugnano. L’ultima escursione del 2016 è gratuita!

La campagna di Lugnano, tra le più belle dell’Umbria.

L’escursione che propongo per sabato 31 dicembre 2016 si svolge interamente fra le dolci colline che da Lugnano degradano verso la valle del Tevere, e attraversa alcuni dei luoghi più belli di questo territorio. Si parte da una fontana citata in uno statuto del Cinquecento, si arriva ai resti di una villa romana del I secolo a.C., si prosegue per un santuario del Quattrocento e si passa accanto ai ruderi di un antico castello. Sono tanti gli spunti storici e paesaggistici che questa escursione offre.

Si tratta di un percorso ad anello di circa quattordici chilometri, adatto a tutti coloro che sono allenati alla pratica escursionistica e godano di ottima salute. Alcuni passaggi possono presentare lievi difficoltà per la presenza di fango: per questo motivo sono più che mai obbligatori gli scarponcini da trekking (e scarpe di ricambio per entrare in macchina!). Oltre a questi, un abbigliamento adeguato alla stagione, che protegga dal freddo e dalla eventuale pioggia, un litro di acqua a testa, uno zaino comodo e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Utili i bastoncini da trekking.

E’ l’ultima escursione dell’anno ed è gratuita. Per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sul monte Soratte

Sabato 17 dicembre 2016, un percorso ad anello sulla “Montagna Sacra”.

Panorama, dalla “Casaccia dei ladri”.

L’escursione che propongo per sabato 17 dicembre 2016 ha come meta il monte Soratte, la “Montagna Sacra” – così chiamata nei tempi antichi per la presenza di eremi e luoghi sacri – diventata alla fine degli anni Novanta Riserva Naturale. Camminare lungo i suoi sentieri è l’occasione per raccontare le numerose storie e leggende che custodisce. Dalla sua sommità, anche se sono poco meno di settecento metri, si gode un gradevole panorama che spazia dal Terminillo all’Amiata, dal lago di Bracciano al mar Tirreno.
L’escursione è di circa dieci chilometri, ad anello, non prevede difficoltà particolari, ma la salita alla vetta la rende indicata a persone allenate alla pratica escursionistica e in buona salute. Le previsioni del tempo sono al momento buone ma le verificheremo il giorno precedente l’escursione.
E’ indispensabile avere un abbigliamento tecnico adeguato al luogo e alla stagione, che protegga dal freddo e dalla eventuale pioggia (che per sabato però non è prevista). Obbligatori gli scarponcini da trekking, un litro di acqua a testa, uno zaino comodo e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione tra i pascoli dei monti Martani

Sabato 10 dicembre 2016, un percorso ad anello di circa dieci chilometri, dal quale si possono ammirare tutte le montagne che circondano l’Umbria.

20161206_105409

Immaginate un enorme balcone verde dal quale sia possibile vedere tutta l’Umbria e tutte le montagne che la circondano. E prati immensi, a perdita d’occhio, dove tanti animali vivono allo stato brado. L’escursione proposta per sabato 10 dicembre 2016  si svolge sui pascoli sommitali nella parte centrale di questa catena, attraverso un percorso di circa dieci chilometri, ad anello, adatto a tutti coloro che hanno una minima pratica nell’attività escursionistica e godono di buona salute. Il dislivello in salita e in discesa è di circa quattrocento metri.

Ovviamente è indispensabile avere un abbigliamento tecnico adeguato al luogo e alla stagione, che protegga dal freddo e dalla eventuale pioggia (che per sabato però non è prevista). Obbligatori gli scarponcini da trekking, un litro di acqua a testa, uno zaino comodo e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. I bastoncini, per questa escursione, non sono indispensabili, ma io li consiglio ugualmente.

La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione tra i poderi del monte Piatto

Domenica 4 dicembre 2016, un percorso di quindici chilometri circa, con un dislivello di quattrocento metri circa, adatto anche a coloro che si avvicinano all’escursionismo per la prima volta.

monte-piatto

Il Podere Acquasanta, a 670 metri di altitudine, fu abbandonato dalla famiglia di Feliziano Paciaccone, nel 1954. Il Podere Peruzzo, più in basso, a 584 metri, fu abbandonato dalla famiglia di Cesare Caiello nel 1961. La storia della montagna orvietana, si legge in una pubblicazione ad essa dedicata, è una storia di abbandoni: i Comuni dell’Alto Orvietano registrano infatti, dal secondo dopoguerra, il dimezzamento della popolazione in pochi decenni.

L’escursione proposta per domenica 4 dicembre 2016 si svolge nell’area del monte Piatto, in una zona di grande fascino naturalistico e paesaggistico, tra poderi abbandonati e foreste demaniali. E’ un percorso di quindici chilometri circa, con un dislivello di quattrocento metri circa, adatto anche a coloro che si avvicinano all’escursionismo per la prima volta, a patto che godano di buona salute.

Anche in questo caso è tuttavia necessario possedere una attrezzatura adeguata. In particolare, sono obbligatori gli scarponcini da trekking, gli abiti tecnici a strati, che proteggano sia dal freddo sia dalla pioggia, uno zaino comodo, l’acqua (almeno un litro) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Consigliati come sempre i bastoncini da trekking.

Le previsioni del tempo per domenica 4 dicembre 2016 sono al momento buone ma andranno verificate nei prossimi giorni.
 

La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

 

Escursione tra Val di Chiana e Lago Trasimeno

L’escursione di domenica 27 novembre si svolge sui panoramici crinali che separano la Val di Chiana dal Lago Trasimeno.

trasimeno01
Una parte del sentiero sulle colline.

La zona a nord del Lago Trasimeno, intorno all’abitato di Tuoro, è passata alla storia per essere il luogo dove si è svolta una delle più importanti battaglie della Seconda Guerra Punica, quella appunto detta del Trasimeno, dove i Cartaginesi di Annibale sconfissero l’esercito romano di Caio Flaminio, che vi rimase ucciso. Una battaglia così cruenta che una piccola frazione di quel territorio ha preso il nome di Sanguineto.

Ma le splendide colline che la separano dalla Val di Chiana e dalla zona di Cortona sono anche un luogo molto affascinante dal punto di vista naturalistico e paesaggistico.

Il percorso proposto per domenica 27 novembre 2016 unisce i luoghi storici della battaglia, lungo un “percorso annibalico” organizzato con pannelli esplicativi e quelli più panoramici che salgono sulla cima delle colline circostanti. Sono circa quattordici chilometri, ad anello, con un dislivello in salita e discesa di circa quattrocento metri. E’ un percorso facile adatto anche a chi si avvicina alla pratica dell’escursionismo per la prima volta, a patto che goda di buone condizioni di salute.

Anche in questo caso è necessario possedere una attrezzatura adeguata. In particolare, sono obbligatori gli scarponcini da trekking, gli abiti tecnici a strati, che proteggano sia dal freddo sia dalla pioggia, uno zaino comodo, l’acqua (almeno un litro) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco. Consigliati come sempre i bastoncini da trekking.

Le previsioni del tempo per domenica 20 novembre 2016 sono al momento buone ma andranno verificate nei prossimi giorni.
 

La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.