Escursione tra le faggete del Monte Cucco

Domenica 2 ottobre 2016, il fascino delle faggete all’interno del Parco del Monte Cucco.

pian-delle-macinare
La partenza, a Pian delle Macinare, nella foto di Mirella Mondavi.

Partendo da Pian delle Macinare, un piano carsico ad oltre 1100 metri di quota, percorreremo in parte il Sentiero Italia per poi scendere nella forra del Rio Freddo, salendo poi verso la Val di Ranco e chiudendo infine l’anello  attraversando la “Madre dei faggi”, con un magico e suggestivo sentiero tra enormi faggi secolari.
Percorso di circa dieci km, quattro ore e mezza di percorrenza escluse le soste, si sale e si scende per quattrocento metri.
Questa escursione è adatta a chi è abituato alla pratica escursionistica ed in buona salute, e necessita di una attrezzatura di base che comprenda scarponcini da trekking, indumenti a strati che proteggano dal fresco autunnale, una giacca antipioggia, una riserva di almeno un litro d’acqua e bastoncini da escursionismo, sempre consigliati. Da portare anche il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
Le previsioni del tempo per domenica danno ad oggi sereno o poco nuvoloso; ad ogni modo le verificheremo il giorno precedente.
La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione tra le colline di Titignano

Domenica 25 settembre 2016: partendo da un antico borgo fortificato, una interessante escursione ad anello sulle colline sovrastanti il lago di Corbara.

Lago di Corbara
Il fiume Tevere che entra nel lago di Corbara.

Un castello edificato attorno all’anno Mille da Farolfo di Montemarte; un panorama tra i più belli dell’Italia centrale; le rovine di un avamposto sulle gole del Forello; il Tevere e il lago di Corbara; e poi boschi, poderi, cinghiali, volpi, caprioli, rapaci che puoi scorgere ad ogni passo; sono molteplici i punti di interesse di questa escursione che propongo per domenica 25 settembre 2016.
Adatta a chi è allenato alla pratica escursionistica ed in buona salute, si sviluppa per circa quindici chilometri tra sentieri e mulattiere all’interno del Parco Fluviale del Tevere, lì dove il fiume entra placido nel lago di Corbara.
Per partecipare sono indispensabili un abbigliamento adeguato al trekking, che comprenda quindi scarponcini robusti, bacchette, un litro e mezzo di acqua e tutto il necessario per il pranzo, che verrà fatto al sacco.
Le previsioni del tempo per questa prima domenica di autunno sono eccellenti, ma come d’abitudine le verificheremo il giorno precedente.
La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Passi e canti d’amore

In questa occasione verranno raccolti fondi per le popolazioni colpite dal sisma.

screenshot-palliccio

Sabato 17 settembre, dalle diciassette alle ventuno, evento di beneficienza a Palliccio, vicino a Porchiano del Monte, che comprenderà una passeggiata ed un concerto. La passeggiata si terrà da Porchiano a Palliccio, partirà alle ore diciassette e trenta e durerà circa un’ora, per poco più di tre chilometri di cammino. Si tratta di un percorso facile, adatto a tutti. Arrivati a destinazione, potremo godere di un bel concerto al tramonto, a cura di Alberto, Susanna e i loro allievi. Al termine, buffet vegetariano (è gradita la collaborazione nella preparazione!). In questa occasione verranno raccolti fondi per le popolazioni colpite dal sisma. La serata si concluderà con una passeggiata di ritorno, al chiaro di luna, da Palliccio a Porchiano, intorno alle ore venti e trenta. Altre info nell’evento facebook.

Escursione alla Pania di Corfino

Una meta classica del parco dell’Orecchiella, interessante area naturale protetta dal Corpo Forestale dello Stato.

pania di corfino

L’escursione di domenica 4 settembre 2016 ha come meta la Pania di Corfino, una bella montagna alta circa 1600 metri in Garfagnana, nel nord della Toscana. Una meta classica del parco dell’Orecchiella, interessante area naturale protetta dal Corpo Forestale dello Stato.
Il percorso prevede circa ottocento metri di dislivello ed è adatto a chi gode di buona salute ed è allenato alla pratica escursionistica.
Le previsioni del tempo per domenica 4 sono al momento buone, e le verificheremo il giorno precedente.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro e mezzo a persona) e il cibo per il pranzo che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione di solidarietà

La quota di partecipazione, di dieci euro, sarà interamente consegnata al Comune di Amelia nel pomeriggio di domenica 28 agosto.

Screenshot_collicello

L’escursione di domenica 28 agosto 2016 ha come meta i boschi intorno alla frazione amerina di Collicello ed è dedicata alla raccolta fondi per le vittime del terremoto.
La quota di partecipazione è di dieci euro.
L’intero ricavato sarà consegnato al Comune di Amelia, o a chi da esso indicato, per essere devoluto agli abitanti delle zone colpite dal terremoto.
Si tratta di una passeggiata facile, adatta anche alle persone che si avvicinano alla pratica dell’escursionismo per la prima volta. L’interno percorso è di circa dieci chilometri, richiede circa quattro ore di cammino, e si conclude intorno all’ora di pranzo.
Per partecipare all’escursione è indispensabile dotarsi di scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, un litro e mezzo d’acqua e cibo per lo spuntino che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione alle Buche del Vento

Una serie di spaccature nella roccia alle pendici del monte Cerrentino che in determinate condizioni lasciano fuoriuscire dal proprio interno correnti di aria fredda.

Screenshot_2016-08-01-15-52-54(2)

L’escursione di venerdì 5 agosto 2016 ci porterà presso le Buche del Vento, una serie di spaccature nella roccia alle pendici del monte Cerrentino che in determinate condizioni lasciano fuoriuscire dal proprio interno correnti di aria fredda, a causa della differenza di pressione fra l’interno e l’esterno della montagna. La zona è quella del Parco Fluviale del Tevere.
L’escursione (nove chilometri circa) dura mezza giornata ed è adatta a tutte le persone in buone condizioni fisiche. La salita iniziale è completamente ombreggiata; la discesa finale per una ventina di minuti è sotto al sole. In questo caso, oltre alle attrezzature minime richieste (scarponcini, giacca a vento, cappello, protezione solare, un litro e mezzo d’acqua e cibo per lo spuntino che faremo al sacco) sono molto utili i bastoncini da trekking.
Le previsioni del tempo per la mattina di venerdì 5 agosto 2016 sono al momento buone ma le verificheremo come al solito il giorno precedente.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.

Escursione sul monte Venere

Saliremo dalla parte nordest di questo cono vulcanico, e raggiungeremo la cima attraverso una splendida e fresca faggeta.

lago-di-vico

Domenica 31 luglio 2016, facile e piacevole escursione sul monte Venere, nel gruppo dei monti Cimini. Saliremo dalla parte nordest di questo cono vulcanico, raggiungeremo la cima attraverso una splendida e fresca faggeta, scenderemo sull’altro lato e, prima di tornare al punto di partenza girandogli intorno, avremo modo di dare un’occhiata alla fauna da una postazione per il birdwatching allestita sulle rive del lago di Vico.
Questa escursione è facile e adatta a coloro che si avvicinano per le prime volte alla pratica dell’escursionismo. Richiede comunque come al solito buone condizioni fisiche. Il rientro è previsto per l’ora di pranzo.
Le previsioni del tempo per domenica sono buone e le verificheremo il giorno precedente.
Sono indispensabili, per partecipare, un abbigliamento adeguato al trekking (scarponcini, cappello, protezione solare, maglietta di ricambio, ecc.), una scorta d’acqua (almeno un litro a persona) e il cibo per uno spuntino che faremo al sacco.
La quota di partecipazione è di 6 euro a persona, comprensiva di assicurazione RCT, e per aderire e ricevere tutte le informazioni sull’appuntamento è obbligatorio prenotarsi telefonando al 338 1127340 oppure inviando una mail attraverso la pagina dei contatti.